Ecobonus 65% per la domotica e la building automation

Ecobonus 65% per la domotica e la building automation

Mar 14, 2021 | News

A partire dal Gennaio 2021 puoi detrarre il 65% di tutte le spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di sistemi di building automation per il controllo a distanza della casa intelligente.

A partire dal Gennaio 2021 puoi detrarre il 65% di tutte le spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di sistemi di building automation per il controllo a distanza della casa intelligente.

domotica-detrazioni-ecobonus-2021

Come funziona il bonus fiscale

Intendi installare nel tuo appartamento un sistema domotico per il controllo a distanza di riscaldamento, climatizzazione e produzione dell’acqua calda sanitaria?

Allora dovrai farti rilasciare dall’impresa installatrice la documentazione che attesta l’intervento. Il pagamento dovrà  essere effettuato tramite bonifico bancario. Le spese sono cumulabili nel corso dell’anno, fino al 31 dicembre 2021.

Per ufficializzare l’agevolazione dell’Ecobonus 65% dovrai dichiarare le spese sostenute per la domotica nella  dichiarazione dei redditi. L’importo da detrarre dovrà essere suddiviso in 10 quote annuali di pari importo fino al massimo di 100mila Euro.
L’intervento deve essere comunicato all’ENEA attraverso una scheda descrittiva da compilare entro 90 giorni dalla data di fine lavori o di collaudo delle opere.

domotica-armonica-ecobonus
domotica-armonica-ecobonus-2021

Chi può beneficiare del bonus per la domotica

Possono usufruire dell’Ecobonus 65% per la domotica tutti i contribuenti privati residenti e non residenti in Italia ed i contribuenti titolari di impresa con Partita IVA che possiedono l’immobile oggetto dell’agevolazione.

Pertanto la detrazione per la domotica spetta a:

  • Persone fisiche: i titolari di un diritto reale sull’immobile e gli inquilini che hanno in comodato d’uso l’immobile
  • Titolari di partita IVA esercenti arti e professioni
  • Contribuenti con redditi d’impresa: persone fisiche, società di persone, società di capitali
  • Associazioni tra professionisti
  • Enti che non svolgono attività commerciale.

​La detrazione al 65% spetta anche ai familiari che convivono con la persona che detiene o possiede l’immobile oggetto dell’agevolazione. Pertanto il coniuge, i figli ed i parenti fino al terzo grado ed affini entro il secondo grado possono effettuare gli interventi domotici, pagarne le spese ed usufruire dell’agevolazione fiscale.

Sei interessato al bonus fiscale?