Lang it
Impianto elettrico: i tre livelli di dotazioni

Impianto elettrico: i tre livelli di dotazioni

Impianto elettrico: i tre livelli di dotazioni

La norma Cei 64-8 ha introdotto una classificazione dell’impianto elettrico che prevede tre livelli in base alla dotazione e agli standard di comfort.

Livello 1: standard minimo

  • I punti presa devono essere distribuiti in modo uniforme lungo le pareti. Non dove presumibilmente verranno posizionati i mobili;
  • Almeno una presa deve essere posizionata vicino alla porta della stanza;
  • In ogni stanza da bagno sono richiesti almeno 2 punti presa, indipendentemente dal livello dell’impianto (solitamente una presso la specchiera e una per la lavatrice);
  • In cucina vengono stabiliti dei valori minimi di punti presa da porre all’altezza del piano lavoro;
  • Ad ogni presa telefonica o presa TV deve essere associato, nelle immediate vicinanze, ma in apposita scatola dedicata, almeno un punto presa
  • comandi dei punti luce di ogni locale devono essere posti almeno nei pressi dell’ingresso del locale stesso, non importa se interni od esterni; vi possono essere anche punti di comando posizionati in altro luogo, purché aggiuntivi a quelli base;
  • Nel locale d’ingresso dell’abitazione, così come nei corridoi, deve essere presente almeno un punto luce e un punto presa; in ogni ripostiglio è necessario almeno un punto luce;
  • Nei giardini, terrazzi, balconi o portici,che abbiano una superficie maggiore o uguale 10 m2 , è obbligatorio installare almeno un punto luce e un punto presa che  dovranno essere comandati da apposito comando dedicato, al quale dovrà essere associata una lampada spia di segnalazione.
  • Per cantine e box, è necessario prevedere almeno un punto luce ed un punto presa;
  • è necessario installare dispositivi di illuminazione di sicurezza, per garantire un livello minimo di illuminamento in caso di assenza di tensione; la norma prevede l’installazione di almeno un punto luce di emergenza per superfici fino a 100 m2 , mentre il numero varia da 2 a 3 per superfici superiori o per livelli superiori

Livello 2: standard intemedio

Prevede tutti gli standard del livello 1;

In più, è necessario:

  • installare un sistema di controllo dei carichi(relè di massima corrente, oppure uno strumento multifunzione che tenga monitorati i parametri della potenza);
  • a tale dispositivo devono essere associati uno o più relè di potenza,che avranno la funzione di scollegare carichi non prioritariin caso di superamento della soglia prefissata; questo sistema permette di evitare distacchi fastidiosi della linea principale.

Livello 3: standard elevato

Prevede tutti gli standard dei livelli 1 e 2.

Questo standard  prevede dotazioni impiantistiche ampie e innovative, con l’introduzione dell’uso della domotica. Per l’attestazione di impianto domotico è necessaria la realizzazione di almeno quattro delle seguenti funzioni:

  • Impianto antintrusione
  • Controllo e gestione dei carichi
  • Gestione e comando delle luci
  • Gestione delle temperaturedei locali
  • Gestione e automazione delletapparelle
  • Controllo remoto di più funzioni(via internet o via sms)
  • Sistema di diffusione sonora
  • Rilevazione fumi e incendio
  • Sistema antiallagamento e/o rilevazione gas

Se hai necessità si installare un IMPIANTO ELETTRICO per la tua casa o azienda o vuoi essere consigliato nella scelta di quello che più si adatta alle tue esigenze contattaci QUI o al numero 011.6068260