Lang it
Detrazioni Fiscali Sicurezza 2017

Detrazioni Fiscali Sicurezza 2017

Detrazioni Fiscali Sicurezza 2017

Tutto ciò che c’è da sapere sugli sgravi fiscali per la sicurezza

Un’ottima notizia per chi ha ristrutturato la propria abitazione o ne ha migliorato l’efficienza energetica: con la Legge di Stabilità, il bonus ristrutturazioni edilizie del 50% e l’Ecobonus del 65%, già in vigore gli anni scorsi, sono infatti stati prorogati fino al 31 dicembre 2017.
Le spese sostenute– fino al 31 dicembre 2017- per la protezione e la sicurezza, quindi quelle relative all’installazione di un impianto di sicurezza per la casa o un impianto di  di videosorveglianza, sono detraibili nella misura del 50%.
È il momento giusto perciò per pensare, se non l’avete ancora fatto, di proteggere al meglio la vostra abitazione, ufficio o azienda approfittando degli sgravi fiscale in vigore.

Come funziona il bonus

La detrazione è ripartita in dieci quote annuali costanti e di pari importo nell’anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.

In base alle indicazioni dell’Agenzia delle Entrate con le detrazioni fiscali 2017 sono agevolabili le spese:
• Sulle singole unità abitative: allarme e sistema antifurto
• Sulle parti condominiali: allarme (riparazione senza innovazioni dell’impianto o riparazione con sostituzione di alcuni elementi)

Il budget stanziato dalla Legge di stabilità 2016 è stato di 15 milioni di Euro, somma in grado di soddisfare tutte le domande presentate.

Chi ha diritto alle agevolazioni

Possono usufruire della detrazione sulle spese di ristrutturazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF), residenti o meno nel territorio dello Stato. L’agevolazione spetta non solo ai proprietari degli immobili ma anche ai titolari di diritti reali/personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese

Come si ottiene la detrazione

• Effettuare i pagamenti con bonifico bancario/postale nella modalità “parlante” indicando causale del versamento, codice fiscale del soggetto che paga, codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.
• Indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile
• Conservare ed esibire tutti i documenti relativi ai lavori.

 

Se hai installato o pensi di installare un impianto di videosorveglianza per la casa entro il 31 dicembre 2017 o vuoi migliorare la sicurezza della tua abitazione o azienda, puoi contattarci qui , oppure chiamarci al numero +39 011.6068260